Ritorno…

Per un periodo molto, ma molto lungo non ho aggiornato il sito. I motivi sono molteplici, e non starò qui ad elencarli, ma posso assicurare che sono tornata con tante idee e progetti!

Per il momento vi lascio un anteprima:

image

È un tessuto di seta trovato in un mercato, un piccolo scampolo che non mi sono lasciata sfuggire!

Diventerà… Lo scoprirete tra pochi giorni!

Alla prossima!

Medaglione a punto croce

Pronti per le vacanze?

Io sono in alto mare ed invece di fare la valigia, mi dedico ad ago e filo!

Amo tantissimo il punto croce tono su tono, e quest’anno ho deciso di portami in vacanza una bella collana fatta da me.

Ho selezionato una parte di un motivo, cartonato tutto e inserito dentro ad un piccolo telaio.

Il risultato mi piace molto!

11115767_10153796972489126_2084796088573711213_n

Porta Filtri fotografici


11

Come al solito il tempo viene assorbita dalle esigenze della vita, ma ogni tanto riesco a prendere cinque minuti tutti per me.

Oggi avevo voglia di cucito creativo! Era da un po’di tempo che volevo creare un nuovo porta filtri, quello in dotazione che avevo era nero e triste, e non è affatto adatto a me :D

Non ci ho messo tanto a farlo, e se avete voglia e tempo (un oretta), vi spiego come fare!

Occorrente:

  • Due pezzi di tessuto da 50cm x 10 cm.
  • Cinque pezzi di tessuto di colore differente da 10cm x 9cm.
  • Nastro a strappo.

1

Piegate su se stesso il bordino superiore del tessuto a pois e cucite a macchina.

Ripiegate il bordino della parte inferiore e posizionate sul tessuto con le foglie:

2

Cucite solo la parte inferiore.

Ora prendete l’altro tessuto con le foglie e posizionatelo in modo che i due davanti combacino. Cucite i due lati per tutta la sua lunghezza e rifilate lasciando 3-4mm. Cucite anche il fondo.

3

Risvoltate il tutto e con l’aiuto di uno spillo tirate fuori tutto il tessuto, specie negli angoli.

Stirate bene tutto e la parte superiore piegate i due lembi su se stesso, in modo da chiudere il tutto.

Fare una cucitura a riva su tutto il perimetro.

Aggiungete lo strappo ed è pronto!


Senza titolo-1





 

 

Diy dress baby

Oggi vi parlo, come fare l’abitino dell’associazione Little Dresses for Africa Italia.

Il senso di questo post è aiutare a chi è alle prime armi di capire tutti i passaggi, e farvi comprendere di quando sia facile e appagante creare questi abitini.

  • Quello che ci serve:
  • Tessuto leggero (potete usare più tessuti o una tinta unita).
  • Cartamodello scaricabile nella sezione file del gruppo Little dresses for africa Italia “cuciamo”.
  • Forbici.
  • Elastico.
  • Macchina da cucire.
  • Tanto amore.

Tagliamo il tessuto con il cartamodello, il tessuto a fiori sono le maniche, la parte più corta va in alto:

1

Per una questione di comodità, vi ho segnato le due parti dell’abitino con “a” e “b”, e le maniche “c”.

Appoggiamo un lato della manica sul giro manica dell’abitino (dritto su dritto) e puntiamo tutto con gli spilli, quindi “c” su “a”:

2

Fate lo stesso anche con l’altra manica, sempre puntando “c” su “a”.

Ora avrete le due maniche attaccate al pezzo “a”.

3

Fatto, ciò passiamo a macchina (se vi trovate meglio imbastite) e procedete con lo zig zag.

10928076_10204553697381284_1815860033_n 10933100_10204553700301357_525053354_n

Prendete il secondo pezzo dell’abitino “b”, e puntate sempre dritto su dritto la manica.

10935252_10204553703301432_767377022_o

1° Metodo

10936652_10204553709581589_712944334_o

2° Metodo:

Vi ho due foto, per capire il procedimento, potete fare o nel primo modo, piegando a metà il pezzo dell’abito con le maniche cucite e appoggiando il tutto al secondo pezzo dell’abito aperto, o nel secondo caso, piegare i due lati dell’abito a metà e attaccare le maniche aperte.

Ora puntiamo con gli spilli il fianco compreso il pezzo della manica, cucite e passate con il punto zig zag:

10934259_10204553715341733_64162600_n

Passiamo all’orlo dello scollo, stirate un cannolo di 1,5 cm, per farlo piegate il tessuto di 3cm, e poi girate di nuovo su stesso:

10876746_10204553717981799_23708991_o

Passate a manica. lasciando un cm per infilare l’elastico e fate lo stesso per l’orlo della manica:

10922084_10204553719901847_1771393209_n

Infilate l’elastico aiutandovi con una spilla da balia, sia sullo scollo che sull’orlo della manica: 10904655_10204553722061901_2077319488_n

Per l’orlo del vestitino, basta piegare di 1,5cm e passare a macchina.

Ora tagliate un pezzo di tessuto per la tasca, la misura è a piacere e cucite la parte in alto su se stessa: 10934164_10204553724941973_281548799_n

Fissatela sul tessuto, e il vestitino sarà finito!

10917652_10204553764502962_1375264521_n

Tutorial Collanine

Buona domenica a tutti!

Come scrivevo alcuni giorni fa, nelle ultime settimane mi sto dedicando al progetto Little Dresses for Africa Italia, siamo in tante e abbiamo tantissime idee, ognuna di noi sta aiutando la causa con quello che sa fare e riesce meglio, dai vestitini, ai tutorial, ai cartamodelli, alle consulenze per chi non ha mai preso ago e filo, e persino chi aiuta con la tecnologia, per chi non ha mai preso un mouse in mano.
Una delle idee che ci è venuta è quella di fare delle bamboline, semplicissime con gli scarti dei vestitini, o scarti che si hanno in casa.
L’idea è inviarli con i vestitini o venderli nei vari mercatini per la raccolta fondi per aiutare Little Dresses for Africa Italia, il tutorial è questo e spero che molti di voi si uniscano alla causa!

Ago e filo per cambiare il mondo

“Noi, non spediamo solo vestiti, spediamo speranza! “


Oggi vi parlo di un nuovo progetto, un progetto che mi ha colpito molto, che ha scosso la mia coscienza e mi ha fatto capire che nel mondo è pieno di gente meravigliosa.
Mi riferisco al progetto “Little Dress for Africa”, per chi non sapesse di cosa stia parlando, vi spiego brevemente la storia di come è nato questo progetto ormai mondiale:
Una nonnina inglese di nome Lilian Weber di 99 anni (esatto 99!), ogni giorno da due anni cuce un abito da inviare in Africa.
E il mondo delle creative leggendo la sua storia si è come fermato per un attimo e fatto un esame di coscienza, se una vecchiettina di 99 anni mette da parte tutto per aiutare dei bambini, perchè non farlo anche noi?
Sul web, tutte le nazioni pian piano hanno creato il loro gruppo.
E in Italia ci ha pensato Sabrina Coccoloni, una donna che non solo ha detto “Perchè non farlo?”, ma ogni giorno è presente e aiuta il gruppo di facebook, che è nato con un utente ed oggi siamo a più di 500.
Gli abitini, grazie alle maghe del cucito, sono semplicissimi, ma sarà l’amore, sarà la voglia di fare, sono bellissimi!
Forse perchè ognuna di noi quando cuce uno di questi abitini pensa “Tu diventerai un avvocato e cambierai il mondo!”, “Sarai un bravissimo dottore!”, “Sarai felice e vivrai un infanzia bellissima!”
Perchè è questo che facciamo e vogliamo fare, dare una speranza.
Aiutare concretamente, e non a parole, molte di noi hanno cucito anche a Natale, tra una portata e l’altra, c’è anche chi con un piede rotto si è impegnata a fare gli abitini.
Questa è la forza di chi vuole cambiare concretamente qualcosa, donne che non si sono mai viste, mai parlate tra loro stanno dando il meglio, questa è la forza e il potere di chi possiede ago e filo.
E siamo attive da meno di 3 mesi!

Sabrina ha aperto un gruppo su Pinterest dove pubblica tutti i nostri abitini, prima di spedirli:

E sul gruppo di facebook, siamo più di 500!
Little dress for Africa Italia, oltre a pubblicare gli abiti, c’è una selezione di cartamodelli facilissimi da fare per i bambini e siamo ormai diventata una grande famiglia e ci aiutiamo a vicenda.


Ghirlanda natalizia

Oggi vi parlo di come fare una ghirlanda natalizia, facile bellissima e veloce.
Quello che vi serve è:

  • Base di polistirolo a cerchio
  • Feltro di vario colore
  • Cacciavite a stella
  • Colla a caldo 
Prendete il feltro e tagliatelo in tanti rettangoli di dimensione uguale. 
Con un cacciavite, incastrate il centro del rettangolo di feltro nel polistirolo (io nel centro del tessuto ho messo una punta di colla a caldo), si creerà in automatico quest’effetto:
Continuate fino a quando non avrete riempito la parte che desiderate. 
Per le rose, basta tagliare delle striscioline di un centimetro di 20cm per quelle piccole e 40cm per le rose grandi.
Il procedimento è facilissimo prendete una striscia di feltro e avvolgete il tessuto su se stesso, il lembo che rimarrà aperto lo fissate con colla a caldo.
Il risultato sarà questo:

11 Settembre 2014

Ammetto che sono davvero lenta nel postare sul blog, ma a mia discolpa posso confermare che lavoro tanto.
In più ho terminato il mio primo abito commissionato e iniziato uno nuovo.
Mi piace affrontare abiti per altre persone che non sia io, questo perchè ogni persona ha una sua conformazione fisica ed è davvero stimolante trovare un modello adatto alle forme e nel caso eliminare determinati difetti.
Ma i modelli sono ancora top secret, e verranno postati ad Ottobre.
In estate ho terminato un abito che avevo iniziato per me al corso, un semplice abito fatto a teli svasato e rifinito con pizzo.

Cosa ne dite? 

Io amo tantissimo questo colore, lo trovo romantico.

Vacanze estive…

Ho sempre voluto aprire un capitolo fotografie sul mio blog.
E quale modo migliore se non con le ultime vacanze estive?
Dopo un anno di duro lavoro, di sacrifici e poco sonno, mi sono goduta una meravigliosa vacanza nella mia terra natia, ed ho scelto una settimana a Vieste, un paesino meraviglioso.
Ogni angolo di questo paradiso ti lascia a bocca aperta, immerso tra la natura e scavata nella roccia,i l mare circonda ben due parti del paese, e la parte storica è fatta di stradine piene di scale, salite e discese, negozietti tipici e ristoranti di tutti i tipi.
E il mare! Il mare blu limpido… ma direi che qualche foto vi faranno capire il mio stato d’animo ora che sono tornata in Lombardia :D